Home  
  
    Educazione alimentare
Cerca

Cocktail

Dizionario di cucina
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Educazione alimentare: Definizione

Secondo la definizione dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, è «educazione del pubblico che ha come scopo un miglioramento generale dello stato di nutrizione principalmente attraverso la promozione di adeguate abitudini alimentari, l'eliminazione di pratiche dietetiche insoddisfacenti, l'introduzione di un'igiene più rispondente ai fabbisogni reali dell'organismo nonché l'uso efficiente delle risorse alimentari». L'e.a. non si esaurisce nella semplice divulgazione di informazioni sulla composizione chimica e sulle proprietà nutritive dei cibi, bensì deve modificare eventuali abitudini errate. A tale scopo la scuola rappresenta la sede più adatta giacché la giovane età degli individui consente una facile assimilazione di un corretto comportamento e l'educazione può essere condotta sia sul piano teorico, sia su quello pratico attraverso una oculata programmazione della mensa. La base dell'e.a. sono le razioni raccomandate nel secolo scorso, di cui il primo esempio risale al 1849, quando Mulder propose la razione proteica ideale per i militari dell'esercito danese. Nel 1855 in Inghilterra venne redatto il Merchant Seamen's Act in seguito ai successi ottenuti dalla somministrazione ai marinai di succo di limone per prevenire lo scorbuto. Sempre in Inghilterra, nel 1860, Edward Smith fu incaricato dal British Privy Council di studiare la razione più economica e in grado di mantenere l'efficienza lavorativa degli strati sociali meno abbienti. A queste proposte, basate su semplici osservazioni empiriche, seguirono gli studi di altri scienziati, quali W.O. Atwater, F.G. Benedict e F.G. Hopkins, che evidenziarono l'importanza di alcuni principi nutritivi, e nel 1918 la British Royal Society fondò un comitato che utilizzò le esperienze della prima guerra mondiale per stabilire la quantità di calorie e proteine e il consumo di frutta e verdura, limitando quello degli alimenti conservati. Nel 1933 Stiebling dell'U.S. Department of Agricolture formulò, sulla base delle recenti conoscenze sulle vitamine, delle raccomandazioni comprendenti tali principi nutritivi. Furono queste le prime indicazioni per una razione alimentare volta a migliorare la salute oltre che a conservare le capacità lavorative degli individui.

Per saperne di più:

Effettua un'altra ricerca nel Dizionario di cucina



Newsletter

Test consigliato

Sei una bomba del sesso?

Test sesso

Sei una bomba del sesso?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale