Home  
  
    Fagiolo
Cerca

Cocktail

Dizionario di cucina
 
Il tuo nome :
La tua mail * :
Nome del destinatario :
E-mail del destinatario * :
Messaggio :
*campo obbligatorio
Messaggio inviato

Fagiolo: Definizione

Pianta erbacea rampicante o volubile annua, della fam. delle Leguminose, coltivata per i semi e/o per i baccelli verdi. Originario dell'Argentina e del Brasile, fu introdotto in Europa da Cristoforo Colombo e già nel 1542 compare nelle opere botaniche. Oggi è coltivato dappertutto. Le varietà di f. sono infinite (del f. comune se ne contano quasi 500). Tra i "f. da sgusciare" si annoverano il f. di Lima o baggiana, reniforme, appiattito, bianco, marmorizzato di viola; il f. di Spagna, varicolore o bianco, grosso; il borlotto, simile a quello di Spagna ma con striature rosso-vinate; il cannellino, allungato, piccolo e bianco; il f. dell'occhio, piccolo con una macchia violacea vicino alla gemma, con baccello lungo, cilindrico, di colore verde scuro o violaceo, mangereccio come quello dei fagiolini. I "f. mangiatutto" sono i fagiolini o cornetti, anch'essi commercializzati in molte varietà: anellino giallo o gancetto, con legume lungo e sottile, fortemente ricurvo, giallo chiaro; meraviglia di Venezia, con legume di media lunghezza appena ricurvo, appiattito, largo; Marconi, simile al precedente ma verde, molto appiattito, largo e carnoso; bobis, legume verde di media lunghezza e larghezza, molto carnoso, senza fili; viola, con legume di colore viola scuro (che diventa verde scuro una volta lessato), carnoso, saporito e senza fili. I f. secchi trovano largo impiego in cucina sia lessi che in zuppe, da soli o come guarnizione di verdure cotte (cavoli, cime di rape, cicorie). I cannellini sono particolarmente usati per i f. all'uccelletto e per i f. cotti nel fiasco toscani. Si usano anche con la pasta, il riso e il risotto e se ne fa una purea denominata passato di f. I f. freschi sgranati si usano da soli in zuppe e minestroni, e in risotti (la paniscia novarese e la paniissa vercellese). I fagiolini vengono lessati all'agro, saltati nel burro con o senza pancetta, cotti nel sugo di pomodoro, e uniti alle uova per fare frittate. I f. secchi hanno elevato potere calorico (310 kcal per hg) per l'alto contenuto glucidico (48%), proteico (23,5%) e lipidico (2,5%); sono detti per questo "la carne dei poveri". I f. freschi sgranati perdono in contenuto proteico, lipidico (ridotti ad un terzo) e glucidico (ridotto della metà) e quindi in potere calorico (ridotto a 110 kcal per hg) ma guadagnano in vitamina A e C.

Per saperne di più:

Effettua un'altra ricerca nel Dizionario di cucina



Newsletter

Test consigliato

Sei una bomba del sesso?

Test sesso

Sei una bomba del sesso?

BMI calcolo
Calcola la tua massa grassa
Calcola la tuo peso ideale